FABIO PERINI

Raggiungere il Target Cost garantendo massima qualità

“Non potrebbe mancare in azienda una costante attenzione alla riduzione e all’ottimizzazione dei costi, attività estremamente complesse ma importanti per garantire una marginalità di profitto all’azienda.”
Fabio Perini – Costing Manager

 

PROFILO AZIENDALE
Con sedi in tre diversi continenti, la Fabio Perini Spa è leader nella progettazione e produzione di macchinari per la trasformazione e il confezionamento della carta tissue.
L’azienda, nata nel 1966 ed oggi parte del Gruppo tedesco Körber, si è trasformata da impresa individuale in una multinazionale grazie ad un reparto di R&S all’avanguardia, ai numerosi brevetti e all’introduzione di tecnologie innovative.

ESIGENZE
Essere un’azienda leader in un mercato globale e in un settore altamente tecnologico è una sfida importante. Questo la Fabio Perini lo sa bene e da sempre è proiettata verso il futuro attraverso la continua ricerca di tecnologie innovative. In Fabio Perini non si è mai parlato di semplici macchine ma di soluzioni autentiche pensate per rispondere ai concreti bisogni di clienti.
Accanto a questo Fabio Perini è convinta che la gestione dei costi industriali fin dalla fase di progettazione sia uno dei fattori chiave di successo.
Oggi sono diverse le figure aziendali coinvolte nella gestione dei costi, ognuna con finalità, modalità e livelli di dettaglio differenti:

  • Development Engineering team, impegnato nello sviluppo di prodotti che abbiano una BOM ottimizzata e che soddisfino le performance richieste dai clienti,rispettando allo stesso tempo il Target Cost;
  • Ufficio Acquisti, impegnato nel valutare le offerte dei fornitori rapidamente;
  • Cost&Estimating team, che ha l’obiettivo di calcolare il costo di ogni macchina partendo dall’analisi dei singoli componenti fino a quella degli assemblati complessi.

Quest’ultima area dagli anni 2000 inizia a strutturarsi e a dotarsi di strumenti informatici sempre più potenti, partendo da file Excel fino ad arrivare a software customizzati integrati nel gestionale aziendale.
Sebbene siano di grande supporto alle attività, questi sistemi consentono di avere una stima del costo non dettagliata e solamente in fasi avanzate di sviluppo del progetto. Inoltre, richiedono l’inserimento manuale di tutti i dati necessari per attribuire un costo standard a ciascun prodotto.
Secondo quest’approccio tradizionale è indispensabile leggere dai disegni o dal modello 3D le entità geometriche di interesse e tradurle manualmente in operazioni sulla base dell’esperienza.

BENEFICI
Oggi l’utilizzo di LeanCOST ha aperto in Fabio Perini scenari del tutto nuovi apportando interessanti benefici all’intera azienda come:

  • Ottimizzazione del processo di costificazione grazie alla diminuzione del tempo dedicato alla stima di componenti, assiemi e strutture molto complesse. LeanCOST infatti, individua in modo automatico i parametri caratteristici del prodotto grazie all’importazione della geometria direttamente dal modello 3D.
  • Valutazione della migliore soluzione progettuale. LeanCOST consente con pochi click di capire in tempo reale come varia il costo di ciò che si sta progettando.
  • Simulazione dei costi in funzione di diversi scenari produttivi. LeanCOST permette all’Ufficio Acquisti di visualizzare i dettagli dei cicli produttivi ed effettuare una contrattazione agevolata con il fornitore, considerando diversi scenari alternativi. Un utile supporto alle decisioni di make or buy, localizzazione, re-engineering all’interno del Gruppo.
  • Migliore gestione del know-how aziendale. LeanCOST consente di esportare i dati calcolati e di inserirli all’interno dei sistemi aziendali (ERP). Informazioni strutturate e condivise sono oggi di grande aiuto al processo di decision-making, al fine di acquisire un vantaggio competitivo sul mercato.